aps in runts

Scuola e Banda Musicale di Pra' - Carlo Colombi

(APS in RUNTS)

Salita Cappelloni 1A

16157 Genova Pra'

Tel. 347 4908638

C.F. 80080020102

imageedit_1_4060136079.jpeg

SCUOLA E BANDA MUSICALE DI PRA'

CARLO COLOMBI


facebook
youtube
instagram
whatsapp

San Pietro 28-06-2023

imageedit_1_4060136079.jpegimg_4140-scaled.webpimg_4119a.webpimg_4112-scaled.webpimg_4124-1-scaled.webpimg_4074-scaled.webp

Giuseppe Bruzzone (da Supratutto.it)

 

A fine giugno mercoledì 28 sera dopo la Messa celebrata da Mons. Andrea Parodi dalla chiesa di N.S. del Soccorso e San Rocco è uscita la statua di San Pietro patrono di Pra’ e dei pescatori.
Per la processione la statua posta su un autocarro è stata accompagnata dai Cristi processionali delle arciconfraternite: della Natività di Maria S. S. e San Carlo di Masone con un Cristo piccolo portato validamente da una simpatica formazione junior; una immagine che fa ben sperare, e l’Arciconfraternita dell’ Assunta di Pra’ Palmaro con il piccolo, il medio e il bianco portati da numerosi cristezzanti.
Come da tradizione era presente la Banda Musicale Carlo Colombi con la nuova divisa estiva, una bella polo verde che ricorda la nostra pianta principe: il basilico.
Don Andrea Robotti e Don Giorgio Rusca parroci delle parrocchie praesi hanno guidato i numerosi fedeli al seguito.
Lasciata la chiesa la processione è transitata nel quartiere della Foce arrivando sul piazzale intitolato a Bartolomeo Decotto. Passato il tunnel in direzione ponente la statua è arrivata al punto di imbarco, attesa dai soci della SMS Pescatori. Calata con la gru dell’ autocarro la statua controllata dai pescatori è stata posizionata al centro del grande gozzo.
Sono diversi anni che si porta la stata in mare, come a Carloforte nell’ isola di San Pietro in Sardegna. A fine anni ‘80’ l’ Arciconfraternita dell’ Assunta partecipò per due anni alla processione di San Pietro protettore di Carloforte e questa esperienza è stata portata a Pra’.
Imbarcato Don Andrea il grande gozzo è entrato nel canale di calma circondato dai natanti in rappresentanza dei vari circoli nautici del canale. Dalla tromba del maestro della Banda Paolo Costa sono uscite le note del silenzio a ricordo dei caduti in mare e Don Andrea Robotti ha impartito la benedizione delle acque; l’ ultima sul canale perchè a settembre lascerà la parrocchia per un incarico importante: andrà a dirigere il Santuario di N.S. della Guardia; il santuario principe dei liguri.
Una cerimonia commovente a ricordo dei caduti in mare anche se Pra’ purtroppo non ha piu’ il rapporto col mare di una volta.
La statua tornata a terra, e fatto il percorso inverso è rientrata in chiesa.
Il fruscio dei canti dei crocefissi e le note della banda hanno rallegrato l’udito dei partecipanti, peccato che in mare non c’erano i lumini galleggianti a rallegrare la vista; non sono stati messi in acqua per evitare denunce come accadde l’ anno scorso da parte di alcuni diportisti timorosi di incendi in…mare.