aps in runts

Scuola e Banda Musicale di Pra' - Carlo Colombi

(APS in RUNTS)

Salita Cappelloni 1A

16157 Genova Pra'

Tel. 347 4908638

C.F. 80080020102

imageedit_1_4060136079.jpeg

SCUOLA E BANDA MUSICALE DI PRA'

CARLO COLOMBI


facebook
youtube
instagram
whatsapp
copia di cappellina (storia ed interventi)

La Cappella di San Bartolomeo 

Palazzo Grimaldi Doria D'Angri 

Genova-Pra'

Posizione e storia.

La Cappella di San Bartolomeo è parte dello storico Palazzo Grimaldi Doria d'Angri che si affaccia su piazza Bignami, nel centro di Pra'.

Il palazzo fu fatto erigere nel Seicento dalla nobile famiglia genovese dei Grimaldi, come elemento di maggior rilievo della loro villa di proprietà a Pra' nel luogo detto Monticino o Montesino, per la sua sopraelevazione rispetto l'antistante arenile. La posizione dominante e centrale del palazzo rispetto all'abitato praese e la presenza di un ampio spiazzo antistante rese la stessa un riferimento  naturale per i cittadini tanto che già negli ultimi anni del Settecento il palazzo fu in parte adibito a sede di uffici della nascente Municipalità praese per poi diventare definitivamente e stabilmente palazzo comunale a partire dalla seconda metà dell'Ottocento; ancor oggi ospita l'ufficio e lo sportello dell'Anagrafe e la sede della Polizia Locale del Municipio VII Ponente mentre il salone del primo piano è spesso adibito a luogo di incontro, di riunione e di eventi pubblici.   

La Cappella di San Bartolomeo fu eretta agli inizi del Settecento dai Grimaldi accanto al palazzo; documenti storici attestano l'esistenza della Cappella già prima del 1735. Fu dedicata a San Bartolomeo, santo apolostolo venerato a Genova e nel ponente in particolare (basti pensare alle chiese di San Bartolomeo delle Fabbriche e di San Bartolomeo a Terralba di Arenzano). Anche la crosa, che da qui si dipartiva fino a raggiungere la Fagaglia, l'attuale Salita Cappelloni, un tempo portava il nome di “Crosa di San Bartolomeo”. Era una consuetudine per le famiglie nobili adornare i loro splendidi palazzi di villa con cappelle gentilizie; in Pra' se ne arrivarono a contare fino a 12.

Nel 1893 venne approvato il progetto di estensione del palazzo e la sistemazione a Spianata con giardini dell'ampio spiazzo sottostante, l'attuale piazza Bignami. Contestualmente si operò anche la sopraelevazione della Cappella che venne inglobata nell'ala di ponente del palazzo comunale. Anche internamente la Cappella subì importanti interventi, come si legge nella specifica dei lavori presentata dal Comune di Pra' il 25 settembre 1894: “Pittura d'ornamento a tutta la Cappella e pareti di stile barocco. Pittura di figura eseguite dal pittore Pavoni, cioè due medaglie di putto nella volta e due quadri ad olio (in caustico) nelle pareti laterali all'altare raffiguranti una Santa Caterina, l'altra Sant'Antonio col bambino. Indoratura alla cornice dell'ancona sopra l'altare ed a tutti i capitelli. Verniciatura all'altare, all'orchestra, alle porte laterali all'altare e zoccolo tutto macchiato a finto marmo”. 

Al martirio del santo apostolo, scorticato vivo in Armenia, patrono dei macellai e dei conciatori, è dedicata la bella pala dell'altare attribuita a Bernardo Castello. 

Nella Cappella, fino agli anni '90 del Novecento, furono celebrate regolarmente le S. Messe domenicali e di fronte ad essa sostavano tradizionalmente le processioni per la benedizione.

Dopo alcuni anni di abbandono, successivi alla sua chiusura nel 1995, a seguito della costruzione della nuova Cappella di Nostra Signora della Guardia nella attigua via Sapello, il Municipio VII Ponente ha affidato la gestione della Cappella alla Scuola e Banda Musicale Carlo Colombi che ha la propria sede all'interno dello stesso Palazzo Grimaldi Doria D'Angri; da allora la Cappellina, oggi sconsacrata, ha così potuto ospitare numerose esposizioni d'arte e presentazioni ed incontri a carattere culturale, organizzati dal Circolo Culturale Praese e dal Comitato Culturale Praese.